“1958…Il tavolo scrivania Terni riassume in se le potenzialità di un progetto complesso pernsato per rispondere a esigenze diverse attraverso e molteplici varianti di complementi e accessori.
Il piano rettangolare a spigoli vivi è sorretto da due sostegni uguali, preassemblati con componenti in legno massello.Le gambe sono composte ognuna da un elemento a U con bracci aperti binati che si innestano su una traversa sottopiano a cui sono imbullonati.

La scrivania è progettata in due versioni, con e senza postazione per macchina da scrivere, in legno di teak o palissandro e viene prodotta fino al 1963.
Dopo tale data la scrivania subisce notevoli modifiche su disegno di Ennio Fazioli e dello studio tecnico MIM, modifiche già riscontrabili nelle immagine pubblicatesul “Notiziario MIM” del settembre 1965.
Nel catalogo MIM del 1970…prende il nome di Tolomeo…”

Pubblicazione: ICO PARISI DESIGN catalogo ragionato 1936-1960 – pag. 568 – SilvanaEditoriale